Menu secondario

.,

SapaFlash del 16-05-2013

Date: 16-05-2013 / Author: sapaf /
SAPAF
logo sapaf
sapaflash del 16 maggio 2013

APPELLO STRAORDINARIO SOVRINTENDENTI

L'elenco delle sedi relative all'appello straordinario propoedeutico all'assegnazione dei futuri vice sovrintendenti, è stato integrato con due sedi siciliane, Sezione staccata di Catania e nucleo operativo CITES - Palermo Punta Raisi, contemplando, quindi, una proroga del precedente appello straordinario.

Le istanze del personale interessato, compilate sui modelli allegati al decreto del Capo del Corpo 5 ottobre 2012 (regolamento suilla mobilità a domanda), dovranno essere presentate entro le ore 12 del 20 maggio 2013, senza la possibilità di essere revocate.

Il personale che, aderendo all'appello del 11-04-2013, è stato dochiarato vincitore e trasferito in data odierna (l'elenco è disponibile nell'area riservata del sito, nella sezione Appelli), può presentare domanda anche per queste ulteriori due sedi; in questo caso, al fine della definizione delle graduatorie, sarà considerata come sede di partenza quella precedente. 


APPELLO STRAORDINARIO DIRETTIVI

Nella riunione tenutasi in data odierna presso l’URS è stato trattato il tema dell’appello straordinario propedeutico all’assegnazione dei 23 Commissari che, all’attualità, stanno svolgendo l’ultimo periodo del IV corso di formazione per direttivi.

Nella bozza di elenco delle sedi da mettere in appello, la cui versione non è definitiva poiché sarà oggetto di una ulteriore revisione sulla scorta di alcune considerazioni emerse durante la discussione, figurano all’attualità:

BASILICATA
C.R. POTENZA
1
CTA P.N. DEL POLLINO
1
CAMPANIA
CTA P.N. DEL CILENTO E V. DIANO
1
EMILIA ROMAGNA
C.R. BOLOGNA
2
C.P. REGGIO EMILIA
1
ISPETTORATO GEN.
 
2
LAZIO
C.P. LATINA
1
C.R. ROMA
1
LIGURIA
C.R. GENOVA
1
C.P. GENOVA
1
C.P. LA SPEZIA
1
LOMBARDIA
C.P. BERGAMO
1
C.P. BRESCIA
1
C.P. LECCO
1
C.P. MANTOVA
1
C.P. SONDRIO
1
PIEMONTE
C.R. TORINO
2
C.P. ALESSANDRIA
1
C.P. BIELLA
1
C.P. NOVARA
1
C.P. TORINO
1
C.P. VERCELLI
2
PUGLIA
BARI
1
SCUOLA CFS
CITTADUCALE
1
VENETO
C.R. PADOVA
1
C.P. TREVISO
1

L’amministrazione ha precisato che, seguendo i criteri del DCC 5 ottobre 2012 sui trasferimenti e sulle assegnazioni, il numero dei posti in appello è stato incrementato del 30% (+ 7 sedi) rispetto ai posti da assegnare e che il numero complessivo (30) delle sedi messo a disposizione dei 23 futuri commissari capo rimarrà comunque immutato, anche una volta espletato tale appello: i posti eventualmente non più disponibili a seguito di spostamenti effettuati, saranno reintegrati con quelli lasciati vacanti dal personale trasferitosi.

A tale appello straordinario non potranno partecipare i commissari del III corso, in quanto non hanno ancora maturato i due anni di anzianità prescritti dal D.lgs.vo n.155/2001 presso la prima sede di servizio; anche per tali assegnazioni, in ambito di applicabilità della legge 104/1992, si terrà conto delle richieste del personale, anche al di fuori dell'elenco delle sedi previste.

Il Sapaf in tale sede ha richiesto innanzitutto una verifica dei criteri con cui sono state individuate le sedi per l’appello straordinario, dal momento che il principio di proporzionalità per un’equa distribuzione del personale da assegnare in base alle vacanze nel ruolo, in alcuni ambiti regionali, è stato applicato in maniera non conforme a quanto previsto dal citato DCC su trasferimenti ed assegnazioni: sui posti messi a disposizioni in taluni regionali, pertanto, saranno fatte ulteriori verifiche. Abbiamo anche ribadito che non è più attuale limitare al solo 30% in più l'elenco delle sedi da inserire nei vari appelli straordinari propedeutici all'assegnazioni di personale di nuova nomina, in quanto troppo penalizzante per il personale.

L’ulteriore nostra richiesta, l’ennesima sulla questione, è stata quella di rendere il più uniforme possibile le disposizioni che riguardano le varie categorie di personale; abbiamo infatti sottolineato come il principio, condivisibile e da noi sempre sostenuto e richiesto, di lasciare invariato il numero di posti a disposizione per assegnazioni, ovvero con la maggiorazione del 30% (noi auspichiamo che si superi tale percentuale), deve essere applicato in ogni tipo di assegnazione, dagli agenti agli ispettori ed equipollenti qualifiche dei ruoli tecnici! Stesso discorso di uniformità vale anche per il trattamento riservato ai beneficiari della legge n.104/1992 in fase di assegnazione, una volta che la nuova regolamentazione della materia disciplinerà tale importante istituto.

Sviluppato da Maxsos