Menu secondario

.,

Ma l'interesse del Governo non dovrebbe essere quello di tutelare l'Ambiente?

Date: 01-04-2016 / Author: sapaf /
Notiziari

quotidiano.netDopo le dimissioni del ministro Guidi Marco Moroni, segretario generale del Sapaf, sindacato dei forestali, riflette sulle garanzie che vengono meno per la tutela della natura e sulla dispersione del patrimonio di conoscenze del Corpo che dovrebbe essere militarizzato

Roma, 1 aprile 2016 - "Le dimissioni di Federica Guidi sono il paradigma fedele della situazione che vive l'Italia:  ministri dimissionari a seguito di indagini legate ai rifiuti, prescrizione dei reati contravvenzionali in materia di ambiente e, ciliegina sulla torta, soppressione del Corpo forestale dello Stato e militarizzazione della funzione di polizia agroambientale".

Lo afferma Marco Moroni, segretario generale del Sapaf, il primo sindacato per numero di iscritti del Corpo forestale.

"Quale perverso disegno - si chiede Moroni - si nasconde dietro tutto questo? A chi conviene destrutturare il nostro sistema di sicurezza ambientale con una riforma che disperderà professionalità e ci farà diventare fanalino di coda in Europa? Forse qualcuno dovrebbe riflettere su quel che sta avvenendo nel nostro Paese prima che sia troppo tardi." "Per quanto ci riguarda - conclude il sindacalista - non accettiamo supinamente una così assurda situazione, in particolar modo la militarizzazione dei Forestali e, oltre al contrasto politico che attuiamo da mesi, stiamo predisponendo i ricorsi per le migliaia di forestali che intendono opporsi a questo disegno".

 

Guidi: Sapaf, vicenda paradigmatica; sicurezza agroambientale a rischio

ansa(ANSA) - ROMA, 1 APR - "Le dimissioni di Federica Guidi sono il paradigma fedele della situazione che vive l'Italia".

Lo afferma Marco Moroni, segretario del sindacato Sapaf: "Abbiamo - dice  ministri coinvolti in indagini legate ai rifiuti, normativamente si è sancita la prescrizione dei reati contravvenzionali in materia di ambiente e, ciliegina sulla torta, si vuol sopprimere il Corpo forestale dello Stato e militarizzare la funzione di polizia agroambientale".

"Quale perverso disegno - si chiede il sindacalista - si nasconde dietro tutto questo? A chi conviene destrutturare il nostro sistema di sicurezza ambientale con una riforma che disperderà professionalità e ci farà diventare fanalino di coda in Europa?"

 

Dimissioni Guidi, vicenda che fa riflettere anche su questioni forestali

agi(AGI) - Roma, 01 aprile - "Le dimissioni di Federica Guidi sono il paradigma fedele della situazione che vive l'Italia: abbiamo ministri coinvolti in indagini legate ai rifiuti, normativamente si è sancita la prescrizione dei reati contravvenzionali in materia di ambiente e, ciliegina sulla torta, si vuol sopprimere il Corpo forestale dello Stato e militarizzare la funzione di polizia agroambientale".

E' quanto dichiara Marco Moroni, segretario generale del Sapaf, il primo sindacato per numero di iscritti del Corpo forestale.

"Quale perverso disegno - si chiede Moroni - si nasconde dietro tutto questo? A chi conviene destrutturare il nostro sistema di sicurezza ambientale con una riforma che disperderà professionalità e ci farà diventare fanalino di coda in Europa? Forse qualcuno dovrebbe riflettere su quel che sta avvenendo nel nostro Paese prima che sia troppo tardi!"

"Per quanto ci riguarda - conclude il sindacalista - non accettiamo supinamente una così assurda situazione, in particolar modo la militarizzazione dei Forestali e, oltre al contrasto politico che attuiamo da mesi, stiamo predisponendo i ricorsi per le migliaia di forestali che non vogliono essere militarizzati". (AGI) 16.32 NNNN

 

Sviluppato da Maxsos