Menu secondario

.,

Interrogazione parlamentare del M5S su procedure DPCM transito nella PA

Date: 07-12-2016 / Author: sapaf /
News, SAPAF

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-10104

presentato da

BERNINI Massimiliano

testo di Martedì 6 dicembre 2016, seduta n. 711

MASSIMILIANO BERNINI e PATRIZIA TERZONI. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, al Ministro della difesa . — Per sapere – premesso che:

ai sensi dell'articolo 7 del decreto legislativo n. 177 del 2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 12 settembre 2016 ed entrato in vigore il 13 settembre 2016, attuativo della legge n. 124 del 2015, «legge Madia» di riforma della pubblica amministrazione, il Corpo forestale dello Stato è assorbito nell'Arma dei carabinieri;

all'articolo 18, comma 16, del decreto legislativo n. 177 è riportato che, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri su proposta dei Ministri della difesa e delle politiche agricole alimentari e forestali, da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, sono emanate le disposizioni in merito all'inquadramento, a decorrere dal 1o gennaio 2017;

secondo l'articolo 12, comma 4, del decreto legislativo n. 177, il personale del Corpo forestale dello Stato, nei 20 giorni successivi alla pubblicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, può presentare domanda per il transito in altra amministrazione statale tra quelle individuate dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri;

al personale di cui all'articolo 18, comma 9, del decreto legislativo 177, inserito d'ufficio nel contingente collocabile presso le amministrazioni statali individuate ai sensi dell'articolo 12, comma 3, per l'assegnazione preferibilmente nei ruoli del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, non è stato mai comunicato l'avvio del procedimento, così come previsto dall'articolo 7 della legge n. 241 del 1990, così come non è mai stata formalizzata la loro inclusione in detto contingente;

il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri cui sopra è stato approvato il 21 novembre 2016 e risulta in attesa di registrazione pressa la Corte dei Conti, ma le uniche forme di notifica legale, ovvero la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e sul Bollettino ufficiale del Corpo forestale dello Stato, così come la notifica personale agli interessati, non sono state espletate; quindi, è improprio stabilire un termine finale di presentazione delle domande;

il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri è stato pubblicato sul www.mobilità.gov.it, in data 23 novembre 2016 col termine perentorio di 20 giorni per esercitare la facoltà d'opzione al transito in altre amministrazioni, benché il sito non abbia connotazione giuridica sostitutiva della notifica legale;

la procedura, definita sul sito non più modificabile, può essere attivata da chiunque visto che è sufficiente inserire un indirizzo mail registrato su un qualsiasi dominio, il codice fiscale e il numero di matricola;

il comma 6 dell'articolo 12 del decreto legislativo n. 177 prevede che nel caso in cui, alla data del 15 novembre 2016, il personale che ha presentato la domanda di cui al comma 4, non sia stato ricollocato in altra amministrazione statale tra quelle individuate dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di cui al comma 3, primo periodo, e non abbia optato per la riassegnazione ai sensi del comma 4, secondo periodo, si procede, previo esame congiunto con le organizzazioni sindacali, a definire altre forme di ricollocazione;

il 25 novembre 2016 i sindacati SAPAF e UGL hanno presentato un atto formale di diffida nei confronti del Governo, del Presidente del Consiglio e del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, per chiedere il differimento del termine di presentazione delle domande di transito ad altre amministrazioni;

alla luce di ciò appare leso il diritto al ricollocamento in altra amministrazione di quanti non vogliano subire la militarizzazione –:

se non ritengano che l'inosservanza delle corrette procedure di notifica legale nonché il mancato coinvolgimento nel procedimento di una parte del personale, vizino « ab origine» l'intera procedura di transito in altre amministrazioni;

se ritengano necessaria la sospensione immediata del termine perentorio di 20 giorni a partire dalla pubblicazione sul sito www.mobilità.gov.it del 23 novembre 2016, ai fini dell'esercizio della facoltà d'opzione al transito in altre amministrazioni;

dato il superamento del termine del 15 novembre 2016, quali iniziative intendano adottare al fine di non cagionare nocumento al personale escluso dalle procedure di ricollocazione previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 23 novembre 2016. (5-10104)

 

Commenti

Vi rispondono il 2 gennaiokiss

Dai. Forza. Che il nuovo Governo invece di pensare al Consiglio Europeo oppure alla Legge elettorale, la prima cosa che farà, cascasse il mondo, risponderà all'interrogazione del M5S. Dai. Forza

Adesso vi risponde Gentiloni...aspettate
Sviluppato da Maxsos